Linea U – Uber presenta il progetto per Roma

Posted on Nov 25 2015 - 11:22am by Francesca Piantanida

linea-u-uber-roma-giubileo-1030x615

Mentre il comune di Roma ha i problemi tristemente noti agli onori delle cronache e le varie aziende di trasporti si lanciano in una serie di recriminazioni e azioni, anche corrette, che però altro non hanno come risultato che aggiungere disagi su disagi all’utente medio, UBER, la nota app di mobilità condivisa che tanti problemi ed azioni legali creò negli anni scorsi per essere andata a ledere i privilegi dei tassisti, decide di sfruttare in mercato esasperato costituito dai cittadini romani, per i quali i mezzi pubblici sono più una condanna che una risorsa, e l’imminente flusso di pellegrini in arrivo per il Giubileo (che con tutte le disdette last-minute date dal pericolo attentati rimane impressionante) per lanciare la “Linea U”, ovvero la linea di bus privata realizzata in base a quello di cui hanno bisogno gli utenti, i quali daranno le loro indicazioni tramite una sorta di sondaggione on-line.

Partiamo da Roma con quest’operazione di crowdsourcing che non è altro che una risposta concreta alle esigenze di mobilità dei cittadini” Dichiara il team di Uber nella pagina di presentazione dell’impresa, sottolineando al contempo la coralità della cosa: “Quello che più ci sta a cuore è che ognuno possa scegliere come muoversi liberamente“.

Una piccola rivoluzione, insomma, in arrivo in un ambito che spesso è stato preso a simblo di immobilità, e che potrebbe rivelarsi ben più di un fuoco di paglia: “Questo progetto avrà una durata temporanea” informa infatti il team di Uber, ed aggiungono anche, senza risparmiare la stoccatina alle ben note divergenze burocratiche che hanno avuto con le autorità competenti, che però”Potrebbe diventare una realtà permanente se in Italia venissero recepite le recenti indicazioni in materia di regolamentazione auspicate dall’ Autorità dei Trasporti e dall’Autorità Garante della Concorrenza“.
Staremo a vedere!

Francesca Piantanida

Condividi:

Leave A Response