ANTHONY PHILLIPS VINCE IL PROG ROCK AWARD

Posted on Set 9 2016 - 5:59pm by Susanna Marinelli

crtly1hwgaabzqk

Ha avuto la meglio sugli ex colleghi dei Genesis Peter Gabriel, Tony Banks e Steve Hackett nominati rispettivamente per Vinyl Reissues, A Chord too Far e Premonitions – The Charisma Years (nonché sui King Crimson nominati per Thrax Box, gli Opeth per Deliverance & Damnation, Irwin Schmidt per Electroviolet, i Porcupine Tree per The Delirium Years 1994-1997, Rick Wakeman per Journey Box), conquistando lui il prestigioso Storm Thorgerson Grand Design Award, riconoscimento dedicato alle re-releases più apprezzate dell’anno. Prova evidente che Reissue Series di Anthony Phillips è un cd che ha colpito nel segno permettendo al bravo chitarrista inglese di ottenere un premio davvero meritato. Durante la sua carriera, infatti, iniziata negli ultimi anni ’60 prima come chitarrista, membro fondatore e mente musicale dei Genesis e poi come apprezzato artista solo e autore di library music Phillips si è sempre distinto per la sua particolare visione musicale ispirata e rigorosamente non-commerciale. Così lo scorso primo settembre durante la serata dei Prog Music Awards 2016 tenutasi al Globe Theatre di Londra e condotta dal presentatore e fan del prog Matthew Wright Anthony ha potuto celebrare non solo Reissue Series ma un po’ il percorso musicale di tutta la sua carriera. “E’ stato un qualcosa di assolutamente inaspettato”, ha ammesso il musicista, “nel senso che proprio non pensavo che così tanta gente mi avrebbe votato. E’ stato emozionante ritrovarsi lì seduto al tavolo in attesa di salire sul palcoscenico per ritirare il mio award circondato da tanti colleghi famosi nel campo del prog rock”.

960x563

Anthony Phillips riceve il Gran Design Award

Non c’è da meravigliarsi visto che anche quest’anno i Prog Music Awards in collaborazione con curriencies.co.uk organizzati dalla rivista Prog Magazine, hanno riunito un numero incredibile di protagonisti della scena rock e prog rock tra glorie sempre brillanti del passato e nuovi esponenti. Tante le categorie inserite nella annuale competizione e tantissime le nominations illustri. Basti pensare a Jon Anderson (ex cantante degli Yes) ora membro degli ARW che ha ritirato il premio Prog God, ai Van Der Graaf Generator con Peter Hammill che si è aggiudicato il Lifetime Achievement Award, ai Big Big Train vincitori sia nella sezione Live Event che in quella Band of the Year, a Andy Summers ex Police vincitore dei Guiding Light Award. Premiato anche Geoffrey Downes (Yes) vincitore dell’Outer Limits Award ritirato dal produttore ed ex collega dei Buggles Trevor Horn.

crtrd_hweaap2wc

Grande soddisfazione poi per Jakko Jakszyk dei King Crimson che ha conquistato il Chris Squire Virtuoso Award, categoria questa intitolata al grandissimo Chris Squire indimenticabile bassista degli Yes, scomparso lo scorso anno. “Tutti i colleghi presenti sono stati contenti della mia vittoria”, ha detto Anthony Phillips, “e questo è servito a far diminuire un po’ la mia ansia per la serata. Tra l’altro anch’io ho apprezzato il fatto che siano stati premiati musicisti di grande valore come Jon Anderson, i Van Der Graaf Generator, Nick Beggs, Andy Summers e Jakko Jakszyk”. Appuntamento al prossimo anno con i Prog Music Awards!

 

Condividi:

Leave A Response