Anthony Phillips: arriva il cofanetto Private Parts and Pieces I-IV

Posted on Nov 17 2015 - 7:53pm by Susanna Marinelli

Private Parts & Pieces I-IV non è una semplice re-release di quattro album composti e pubblicati da Anthony Phillips (www.anthonyphillips.co.uk) tra il 1976 e il 1984. Il virtuoso chitarrista britannico, infatti, membro fondatore e mente musicale dei primi Genesis, insieme alla sua etichetta discografica, la Cherry Red, ha voluto offrire al suo pubblico di fedelissimi qualcosa in più. Questo raffinato box set, infatti, non soltanto contiene gli album originali rimasterizzati, ma anche un extra quinto cd di materiale inedito, Private Parts and Extra Pieces più un booklet di ventiquattro pagine. E’ il caso di dire che Private Parts & Pieces I-IV non rappresenta soltanto un tuffo nel passato, tra delicate atmosfere acustiche e liriche intimistiche con la celebre chitarra di Phillips in primissimo piano, ma è anche un valido modo per conoscere di più il mondo di un artista di indubbio valore e coerenza,  lontano per scelta dai superficiali trend musicali del momento, che ha sempre fatto dell’originalità e della creatività le sue caratteristiche principali…
Anthony, Private Parts & Pieces I-IV viene pubblicato con l’aggiunta di un quinto cd di extra pezzi inediti. Come li hai scelti?
Dovete sapere che io ho un collaboratore davvero fantastico che gestisce il mio website e che si chiama Jonathan Dann. E’ stato lui a spulciare tra tutti i miei tapes, soprattutto in quest’ultimo periodo in cui abbiamo lavorato a delle re-release nel nuovo formato in 5.1. Jon ha ripescato dei pezzi che avevo completamente dimenticato. Tenete conto, però, che questo disco appena pubblicato contiene materiale che va all’incirca dal 1976 al 1983, quindi tra ciò che ha scovato lui abbiamo dovuto selezionare la musica che potesse adattarsi bene a quel periodo. In alcuni casi la qualità delle tracks era un po’ grezza ma l’abbiamo migliorata grazie alle nuove tecnologie stando però attenti a non modernizzarla troppo.

cover
Di questa collection è stato particolarmente apprezzato dal pubblico e dalla critica il raffinato artwork. Quanto sei stato coinvolto in questo lavoro?
Anche in questo caso si è occupato di tutto Jonathan Dann che è stato molto bravo perchè il restyling della copertina è venuto benissimo. Poi nel booklet ci sono tanti extra, dei memorabilia, documenti dell’epoca e molto altro. Insomma si tratta di un package completo molto omogeneo che dà qualcosa di più a tutto il prodotto. D’altronde questa è la nostra filosofia per la re-release dei miei cd. Con la mia etichetta discografica, infatti, stiamo cercando di offrire qualcosa di nuovo al pubblico, non soltanto il vecchio album tale e quale a come era prima. Per questo abbiamo rimasterizzato il materiale extra, aggiunto brani inediti o in altri casi ripubblicato i vecchi dischi nel moderno formato 5.1.
Da qualche tempo i tuoi fans si chiedono quando pubblicherai un cd di musica rock....
Lo so ma ancora è tutto un po’ in alto mare. Tra il mio lavoro di composizione per musica per la tv, i miei impegni con la library music e la supervisione della ripubblicazione dei miei vecchi albums non ho davvero tempo per potermi dedicare anima e corpo alla composizione di un cd rock. Ci sto pensando ma ancora non c’è nulla di pianificato in questo senso.

Condividi:

Leave A Response