Film di Natale: 3 da Non Perdere

Posted on Dic 24 2015 - 12:04am by Giada La Mantia
Babbo Natale ama i vecchi film di Natale

Babbo Natale ama i vecchi film di Natale

Film di Natale: una tradizione come il panettone e sette e mezzo soprattutto la notte di Vigilia quando quasi tutto il mondo per una notte di rifugia in casa e lavorano solo alberghi e qualche ristorante. Ecco i miei 3 film preferiti:

La Vita è Meravigliosa (1946): capolavoro di Frank Capra che riflette sul desiderio del protagonista George Bailey, James Stewart. che sentendosi rovinato desidera non essere mai vissuto, senza riflettere che la sua vita fatta di tante piccole cose, di fatto è stata importante non solo per i suoi cari ma per l’intera comunità in cui vive. Ad aiutarlo nel percorso, un angelo pasticcione Clarence, un po’ avventato che desidera “tornare alla base” con un paio di ali. Attenzione, siamo negli anni ’40 e Frank Capra intoduce un concetto innovativo ovvero anche in Paradiso gli angeli devono dimostrare di raggiungere gli obiettivi prefissati per ottenere la promozione. Da vedere e rivedere, ma sempre in bianco e nero e se possibile in lingua originale. La versione a colori purtroppo non mi ha mai convinto, il doppiaggio italiano, vecchia scuola è invece impeccabile. Una ulteriore riflessione: il protagonista James Stewart ama chiedere sempre a una scatola magica un milione dando per scontato che sia un milione di dollari. Alla fine il milione ci sarà, ma non saranno i bigliettoni dello zio Sam, ma gli amici sinceri che lo aiuteranno per uscire dai guai che lo rendereanno di fatto l’uomo più ricco della città. Servono i fazzolettini: lo conosco a memoria ma la lacrimuccia esce sempre. Grande Frank Capra!

Una Poltrona per Due (1983): ovvero il cane di Pavlov in versione umana dove gli scienziati sono due fratelli anziani, Randolph e Mortimer Duke, snob e cattivelli. che tentano un esperimento sociale, trasformare il loro manager di punta Dan Aykroyd, in un ragazzo di strada e viceversa, dove il viceversa è interpretato da Eddy Murphy forse nella sua migliore interpretazione. Una volta verificato come l’ambiente sia la leva a rendere gli uomini quello che sono, i perfidi fratelli Duke non desiderano avere a che fare con le loro cavie di laboratorio, ma se ne vogliono sbarazzare definitivamente. Purtroppo impareranno che il karma esiste e ogni singola cosa architettata si ritorcerà loro contro. Il film piace così tanto che dal 1997 ad oggi è stato trasmesso la sera della vigilia per ben 11 volte confermando un altissimo indice di gradimento, le altre volte è stato invece trasmesso la sera del 25 dicembre. Su Facebook c’è anche una pagina dedicata dove poter commentare il film in diretta, una evoluzione 2.0 della televisione.

Love Actually (2003): film corale sul Natale con una canzone che entra nel cervello, si annida e riesce maligna ad ogni decorazione. Era dai film a episodi Made in Italy che non mi appassionavo a un film fatto di tante piccole storie, dove di fatto non esiste un protagonista, ma dove sono tutti protagonisti e dove le rispettive storie sono in un certo modo tutte collegate, imparentate. Un cast di tutto rispetto con piccolo colpo di scena finale.

Buon Natale e buona (tele)visione :)

 

 

Condividi:

Leave A Response