My Shoes Are Made For Walking e Così Sono Arrivato a Hong Kong: Federico Bartoli

Posted on Gen 21 2016 - 10:41am by Giada La Mantia

Oggi incontriamo Federico Bartoli, milanese, designer con esperienze di lavoro prima in Austria che lo hanno portato in CIna e più precisamente a Hong Kong dove lavora attualmente come disegnatore industriale e Grafico e dove sta portando avanti con successo un progetto personale interessantissimo: LU, scarpe illustrate a mano su richiesta, pezzi unici da ammirare e indossare 100% water-proof. quindi si possono lavare senza problemi.

Le Creazioni di Federico Bartoli

Lo stile artistico di Federico può essere definito “pop surrealism street art”; arte di strada surralista, con venature pop. Federico ha studiato alla Scuola d’Arte di Milano e fra le sue influenze artistiche si possono annoverare Jeremy Fish, Hayao Miyazaki e Mark Ryden. Per le sue opere gran parte dell’ispirazione proviene dalla natura, con un lavoro di decostruzione e decontestualizzazione di elementi caratteristici come foglie, pietre, palle di pelo, con l’effetto di riaccendere ricordi d’infanzia, rendendo una realtà vista attraverso gli occhi di un bambino. Si parte da elementi naturali che vengono poi riassemblati in modi sempre nuovi, dando vita ad adorabili personaggi vicino all’estetica giapponese del kawaii. Tali temi sono spesso prodotti su scarpe, borse e accessori di vario genere, normalmente in bianco e nero, gamma cromatica che l’artista ritiene si sposi perfettamente con la sua idea di moda dal taglio fumettistico. Federico lavora su differenti materiali su ciascuno dei suoi progetti e ogni materiale specifico è associato ad un particolare soggetto o tema stilistico. I vari progetti sono spesso seriali in riferimento alla pop art, ma ogni serie racchiude in se una vasta gamma di stili differenti, tutti variazioni di un unico tema di fondo.

Federico, innanzitutto grazie per la disponibilità. Ci vuoi raccontare come e perché hai deciso di fare la valigia e trasferirti per lavoro prima in Austria e poi in Cina a Hong Kong?

Federico Bartoli: L’idea di trasferirmi per lavoro risale a circa 14 anni fa, come prima tappa Innsbruck e poi Vienna, ho iniziato a lavorare come grafico per qualche agenzia, Dopo qualche anno ho aperto, con un altra persona, un negozio di magliette dove progettavo grafiche per cliente e anche una collezione personale, dopo 2 anni ho deciso dii trasferirmi in Asia per fare nuove esperienze lavorative e nel campo del disegno industriale e di conseguenza packaging dei prodotti e branding.

Hai appena iniziato una idea imprenditoriale, a mio avviso, vincente, LU: come è nata l’idea e quanto tempo hai impiegato per recuperare le risorse, penso ai modelli di scarpe (in questo momento sono disponibili con 2 modelli con e senza stringhe), l’inchiostro giusto e i soggetti. E poi svelaci il perché del nome.

FB: Al momento i modelli di scarpe sono due, ma nei prossimi mesi inserirò nuovi modelli tipo ballerina Espadrilles e anche dei modelli per Bambini e neonati, la customizzazione puo anche essere realizzata su VANS e ALLSTAR, ma solo su richiesta. I colori usati provengono dal giappone e sono colori (marker) per stoffa, alcuni modelli, tipo palla nera ecc.sono realizzati con colori serigrafici, ovviamente resistenti all acqua. Il soggetto Lu e una personaggio puramente inventato che ricorda un po i vari icons usati per i messangers, osservando le varie grafiche sulle scarpe, si puo notare che ha diverse sembianze, DIAVOLETTO, ANGELO, NATURA ecc. oppure PALLA NERA, STRISCIA NERA e TRIANGOLI NERI, diciamo che questa e la recente collezione, ovviamente il personaggio Lu fara’ sempre parte del brand ma con diverse collezioni e sembianze ,gli ambienti, bene o male, sono sempre basati sulla natura, Foglie, alberi fiori piante ecc, diciamo che e la mia maggiore ispirazione. Il nome LU è l’abbreviativo di Luciano, mio padre, il quale è stato una grande ispirazione nella mia vita, visto che sin da quando ero piccolo ha sempre costruito scatole di montaggio e ha una collezione di 35000 pezzi! Il secondo motivo e che il nome LU e semplice da ricordare e può essere usato in ogni paese, specialmente per il mercato giapponese, dove stiamo cercando di realizzare un mercato e brand dal nome LU.

foresta1

Sei un disegnatore, oltre che su carta (e schermo), hai disegnato su tote e su zoccoli olandesi, dopo le scarpe LU, cosa vuoi inserire nel tuo portfolio?

FB: Al momento sto realizzando dei quadri basati sul soggetto LU olio su tela e legno (che saranno presto disponibili sul mio sito).

La tua collezione è in bianco e nero: una tua scelta stilistica, oppure semplicemente un caso?

FB: Adoro il bianco e nero al momento penso che continuerò a realizzare mono colore.

Parliamo di numeri: le tue scarpe da che piede a che piede vestono?

FB: Le scarpe partono dal 26 fino al 43. Ovviamente per numeri superiori al 43, faccio quotazioni su richiesta. La stessa cosa vale se qualcuno volesse inviarmi dei modelli da personalizzare con LU. Sono un artigiano, un designer e faccio pezzi unici: accetto e cerco sempre nuove sfide. I prezzi delle scarpe si aggirano intorno alle 60 euro.

Il 7 novembre 2015 apri il tuo negozio su Etsy, hai iniziato con un campionario, oppure i modelli si sono avvicendati secondo la tua ispirazione, e soprattutto come sta andando?

FB: I modelli sono sempre realizzati su ispirazione, e penso che continuero’ cosi, ovviamente se dovessi ricevere dei grossi ordini oppure richieste, nessun problema.

Sulla tua pagina facebook iniziano ad arrivare richieste di ordini segno che qualcosa i social fanno: che aspettative hai da parte dei social per la promozione del tuo lavoro?

FB: Diciamo che i social media sono molto utili per promuovere i tuoi prodotti, specialmente se hai un online shop, continuero a postare i mie prodotti in questo modo.

Ringrazio Federico per la disponibilità e se anche tutrovi irresistibili le sue creazioni visita il sito e contattalo direttamente!

12565612_10208776151107490_7868664333013795823_n

Condividi:

Leave A Response